MaM
Messaggio del 29 novembre 1990: Pregate! Pregate! Pregate!

Sabato, 22 giugno 2024 - San Paolino da Nola - Benvenuto nel sito Maria a Medjugorje


Cari figli! In questo tempo di grazia vi invito alla preghiera col cuore. Figlioli, create i gruppi di preghiera nei quali vi esorterete al bene e crescerete nella gioia. Figlioli, siete ancora lontani. Perciò convertitevi sempre di nuovo e scegliete la via della santità e della speranza affinché Dio vi doni la pace in abbondanza. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

E' disponibile il commento al messaggio


Cari figli, io sono con voi grazie all’amore misericordioso di Dio. Ed è per questo che, come madre, vi invito a credere nell'amore. L'amore che è comunione con mio Figlio. Con amore aiutate gli altri ad aprire i loro cuori per conoscere mio Figlio e per amarLo. Figli miei, l'amore fa sì che mio Figlio illumini i vostri cuori con la Sua grazia, cresca in voi e vi doni la pace. Figli miei, se vivete l'amore, se vivete mio Figlio, avrete la pace e sarete felici. La vittoria è nell'amore. Vi ringrazio!


Il Vangelo ci invita a rinnegare se stessi, a dimenticarsi, a imparare a perdere. Ma a nessuno piace perdere. Il mondo di oggi propone, come valore supremo della persona, la propria realizzazione. L'uomo vuole vincere, altroché. Allora che fare? Dobbiamo tagliarci fuori dalla corrente del mondo per seguire Gesù? No, perché il rinnegamento che esige Cristo è la nostra suprema realizzazione: il perdere se stessi è l'unico modo per ritrovarsi. Il rinnegamento che chiede Gesù non è il rinnegamento delle nostre autentiche possibilità  ma della parte malata di noi, del nemico che si annida dentro di noi: l'uomo vecchio, l'uomo egoista che si crede Dio di sé stesso. La salvezza non verrà  dal successo ma dal sacrificio di sé offerto per amore. E il Padre celeste saprà  provvedere e ridonare la vera vita.

Don Nikola Vucic


Nelle nostre meditazioni dovremmo sempre chie­dere a Gesù: « Fammi divenire santo come lo è il tuo stesso cuore, mite e umile ». « Imparate da me », Egli insiste. Dobbiamo dirlo nello spirito con cui lo inten­deva Gesù. Ora lo conosciamo meglio attraverso le lezioni e le meditazioni sul Vangelo, ma lo abbiamo ca­pito nella sua umiltà ? Ci ha affascinato la sua umil­tà ? Ci attrae?

Madre Teresa di Calcutta

Rosario on line Rosario on line

Articoli e Video

Incontro con Jelena e Marjana Vassily a Tocco da Casauria (Pescara) 17 gennaio 1987

Padre Urbano spiega: Jelena e Marjana non vedono la Madonna coma la vedono gli altri Veggenti, ma hanno un altro particolare dono che è quello della locutio interiore: loro sentono, ascoltano e parlano con la Madonna ma a livello spirituale... (Dopo che Jelena ha parlato di cose già conosciute).

Ultime notizie

In vista del 43° anniversario dell’inizio delle apparizioni di Medjugorje, ancora non riconosciute, la Madonna ha chiesto attraverso la veggente Marija una speciale novena per la pace, da vivere salendo sul Podbrdo. È la prima volta che ciò avviene. Un appello che dice tanto dei tempi che viviamo.
Oggi inizia la Novena alla Regina della Pace
Ingegnere, scrittore, per oltre 40 anni responsabile della comunicazione dell'Opus Dei, Pippo Corigliano è morto la sera dell'8 giugno a 82 anni. Ecco un breve ritratto umano dalla penna di una scrittrice che ha avuto il dono della sua amicizia.
«Fate festa, perché sono con Gesù!», questo il testamento spirituale che suor Zaira Dovico ha lasciato pochi giorni prima della morte, avvenuta a 49 anni e mezzo a causa di un tumore. Ripercorriamo la nascita della sua vocazione e, con la testimonianza del fratello, il suo ultimo tratto di vita terrena.
7 giugno 1660, Cotignac, sud della Francia: san Giuseppe appare a un giovane pastore assetato e gli fa scoprire una sorgente dalle proprietà miracolose. Un’apparizione, riconosciuta dalla Chiesa, che non smette di dare i suoi frutti.
Stanislao Kostka Streich, sacerdote diocesano ucciso in odio alla fede il 27 febbraio 1938 a Lubo? (Polonia), sarà beato. Fu vittima dei comunisti, prima della guerra e del regime.
In una scuola di Treviso studenti islamici esonerati dalle lezioni in cui si spiega la Divina Commedia. In Olanda già adottata una versione della Divina Commedia "islamicamente corretta". Ecco come si realizza la profezia del cardinale Giacomo Biffi.
L’arcivescovo di Santa Fe de la Vera Cruz in Argentina, Sergio Fenoy, ha firmato l’Editto che apre il processo di canonizzazione di suor Cecilia María del Volto Santo, soprannominata “la suora del sorriso”, per la sua foto sorridente, poco prima di morire che ha fatto il giro del mondo su tutti i social network. Suor Cecilia Maria era una carmelitana della provincia di Neuquén, morta di cancro nel 2016 all’età di 42 anni e con un sorriso sulle labbra che davvero sembrava sconfiggere la morte. La sua testimonianza di «amore e fiducia in Gesù Cristo, anche in mezzo alle prove più dure, ha risvegliato in molti cuori il desiderio di un maggiore impegno nella vita cristiana», si legge nel documento, datato 14 febbraio. Ed è per la sua crescente «fama di santità e di segni» che è stato approvato l’avvio dell’iter istruttorio per l’apertura della sua causa di canonizzazione. Abbiamo allora voluto raccogliere anche noi del Timone una testimonianza particolare, quella della sorella di suor Cecilia Maria, Madre Maria de la Ternura, Servidora del Senor y de la Virgen de Matara che ha condiviso con noi anche alcuni ricordi.
Il pittore Domenico Malpiedi ritrae l'amicizia fra San Filippo Neri e San Felice da Cantalice. Due uomini con esperienze molto differenti, ma uniti nell'amicizia in Cristo.
Nelle nuove norme presentate oggi dal prefetto Fernández, si assiste a un maggiore accentramento su Roma del potere decisionale sull'autenticità delle presunte apparizioni. Una centralizzazione che impedisce di fatto ai vescovi di pronunciarsi, ma solo di regolare culto e pastorale sulla base di sei criteri più o meno stringenti. Prosegue lo scetticismo del nuovo corso vaticano su Medjugorje.